Un intramontabile classico diffusissimo in Borsa - e non solo:

- se le cose vanno bene, è un merito squisitamente personale

- se le cose vanno male, è sempre colpa di qualcun altro (l'elenco delle scuse scarica-barile è potenzialmente infinito).

Questo errore di ATTRIBUZIONE, ossia rifilare la colpa a qualcun altro, è funzionale nel darci una parvenza di sollievo.

Per sua natura, questo subdolo effetto si manifesta solo dopo che la decisione è già stata presa, insomma quando la frittata è già stata fatta e si vanno a cercare i colpevoli all'esterno.

Non siamo nè cattivi, nè stupidi quando facciamo così, in fondo stiamo solo cercando di proteggere la nostra autostima.

Chi però se ne frega altamente delle nostre distorsioni e della nostra collera è la Borsa, perchè se sbagliamo titolo, formatore o consulente o peggio ancora se seguiamo il gregge perchè "ne abbiamo sentito parlare al bar" o perchè "me l'ha detto mio cugino..." gli esiti di tanta faciloneria sono affarracci nostri ed in cuor nostro, a parte i casi irrecuperabilmente ottusi (e a volte pericolosi), lo sappiamo alla perfezione.

I bersagli contro cui puntiamo il dito minacciosi e su cui scarichiamo la nostra ira sono solo pedine qualunque, sulle quali proiettiamo l'ira che in realtà nutriamo verso noi stessi per i nostri errori, le nostre intolleranze, debolezze o vecchie ferite ancora irrisolte.

Fa male riconoscere di avere sbagliato in qualunque campo e nello specifico in Borsa gli effetti sono dolorosamente evidenti e tangibili sul saldo del conto.

Quante penose liti familiari, tra coniugi e tra amici si potrebbero evitare se non ci fosse di mezzo l'ira in seguito a qualche "consiglio sbagliato" su questioni economiche? La colpa in ultima istanza rimane a chi ha detto di comprare quel certo titolo o a chi l'ha bevuto come fosse oro colato?

"La vittoria ha moltissimi padri, la sconfitta è orfana": ancora attualissimo il poeta inglese John Keats (anche se ci ha preceduti di oltre due secoli!!)

Dubito ci siano molte scorciatoie: se è andata bene, prenditi i tuoi MERITI - se andata male, prenditi le tue RESPONSABILITA'.

Dall'Autrice di Bankarate - i 7 peccati capitali in Borsa